Chi siamo

Chi siamo

La storia della Fondazione San Petronio
La Chiesa Bolognese nel suo compito di annuncio e testimonianza è attenta nei confronti delle fasce povere della popolazione, anche mediante l’approntamento di punti di ristoro presso i quali vengono accolte queste persone in spirito di fraternità. Fra queste, l’iniziativa che maggiormente ha inciso nel popolo di Dio è certamente la mensa voluta dal compianto Card. Antonio Poma, Arcivescovo di Bologna:

“….Apriremo in città una mensa. Sarà la mensa della Chiesa….”

Fu con queste parole che il Cardinale annunciò alla Diocesi sul sagrato di San Petronio la sera del 25 settembre 1977, a conclusione del 5° Congresso Eucaristico Diocesano, l’apertura della “Mensa della Fraternità”. Il 27 novembre successivo, con una notificazione, istituì la Caritas Diocesana di Bologna.

Perché la Fondazione San Petronio
Tutte le varie iniziative della nostra Chiesa indirizzate in questo ambito non hanno il solo scopo di offrire un punto di ristoro, ma si propongono di offrire una pausa di serenità a quanti vivono la dura esperienza dell’emarginazione alla cui origine c’è, nella quasi totalità delle situazioni, il naufragio della famiglia. E così col tempo anche la Mensa della Fraternità per offrire maggiori servizi si ingrandisce e diventa Fondazione S.Petronio che al suo interno comprende:

Chi amministra la Fondazione
La Fondazione è retta da un Consiglio di Amministrazione composto da cinque membri che rimangono in carica per un triennio. Ogni consigliere ha una delega operativa all’interno della struttura.

Chi ci sostiene
La Fondazione S.Petronio attualmente, per raggiungere i suoi scopi sociali, si regge:

  • sui contributi della Curia di Bologna
  • sui contributi di Enti e Privati
  • sulla sottoscrizione del cinque per mille
  • su donazioni di viveri e materiali
  • sul volontariato attivo